giovedì 8 marzo 2012

8 marzo

Un giorno esisterà la fanciulla e la donna,
il cui nome non significherà più soltanto un contrapposto al maschile,
ma qualcosa per sé,
qualcosa per cui non si penserà a completamento e confine,
ma solo a vita reale: l’umanità femminile.

Questo progresso trasformerà l’esperienza dell’amore,
che ora è piena d’errore, la muterà dal fondo,
la riplasmerà in una relazione da essere umano a essere umano,
non più da maschio a femmina.

E questo più umano amore somiglierà
a quello che noi faticosamente prepariamo,
all’amore che in questo consiste,
che due solitudini si custodiscano, delimitino e salutino a vicenda



Oggi ho letto questo scritto di  Frate Ezio Battaglia Sacerdote e frate Carmelitano scalzo. Frate Erborista nell'antica farmacia S. Anna del Convento di Genova (Italy)
Spero che un giorno ci sarà solo il rapporto :        "da essere umano a essere umano,
non più da maschio a femmina." !!!

2 commenti:

Alice ha detto...

Che bella!!! LA condivido!

°°valeria°° ha detto...

L'umanità femminile... mi piace queste parole tratte dal tuo post... grazie per questo tuo bel pensiero Valeria del blog un truciolo